spacer.png, 0 kB

Calendario

Maggio 2019
S M T W T F S
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
Dettagli

Statistiche

Visite oggi: 23
Visite ieri: 22
Visite mese corrente: 709
Visite totali: 123905
Max. visite mensili: 3323
Pagine viste oggi: 127
Pagine viste ieri: 62
Pagine mese in corso: 3013
Pagine totali: 1297038

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home arrow Documenti arrow Da Ametegis a Mathi e forse anche Mattie
Iacopo DURANDI: da Ametegis a Mathi
Scritto da Administrator   
domenica 12 maggio 2019

Copertina Iacopo DURANDI Nei tre volumi "Notizia dell'antico Piemonte transpadano ossia delle marche di Torino e d'Ivrea" editi in Torino nel 1803-04, Iacopo DURANDI (Santhià (VC), 25 luglio 1739 - Torino, 28 ottobre 1817) riassume gli eventi che hanno caratterizzato le terre dl Piemonte con documenti e cronache antiche.

Alla pagina 149 del primo libro cita la Valle di Ametegis della cronaca del Fredegario (anno 658 circa), ripetuta anche dal monaco-cronista Aimoin (970-1008, monaco a Fleury sur Loire), nella sua Historia Francorum.

A margine della sua citazione vi è una nota interessante: egli segnala che i francesi, come anche gli abitanti al di qua delle Alpi, pronunciavano il nome del villaggio principale di quella valle come "Amategis", agevolando così la comprensione della trasformazione nel tempo del vocabolo: si perderà la "A" iniziale per cui il nome del luogo da Amategis diventerà Mategis, da cui modificando "eg" in "h" si avrà Mathi.

 

 Egli evidenzia che ancora negli anni 900 - 1000 il nome di quei luoghi è:

  • Amatis
  • Matigis
  • Matigum
  • Matiga ("in corte Sancti Raphaelis castrum monte et muris firmissimum et in corte Matiga ecclesiam in honore sancti Iohannis Taurini", anno 1037,  Testamento del Vescovo Landolfo, in "Il testamento di Landolfo: edizione critica" di Patrizia CANCIAN, pag.5)
  • (Valle) Mathegasca
  • (Valle) Mathegaria (ossia quella che oggi è la Valle di Lanzo), (Chiesa di S. Maria "de Monasteriolo in valle Mathegaria", carta del 1011)

 Ancora DURANDI segnala la presenza e la trasformazione nel corso del 1300 - 1400 in:

  • Vallis de Amatiis
  • Mathie
  • Valle de Matiis (1° settembre 1269, contratto di vendita tra i Visconti Baratonia e Alberto di San Giorgio dei conti di Biandrate, di porzione di un castello nella valletta posta tra Lanzo e Ciriè).

 Non sfugge la straordinaria somiglianza tra le varianti del nome della località all'ingresso della Val di Lanzo  e il nostro paese che nei documenti storici, a partire dall'atto di fondazione dell'Abbazia di San Giusto (1029), ricalca diverse tra quelle sopra elencate.

 Interessante è scoprire l'elemento originario di tale similitudine etimologica, che ha consentito a due luoghi appartenenti a distretti amministrativi e geografici diversificati di sviluppare nei secoli un percorso comune nella propria denominazione.

 

Ultimo aggiornamento ( domenica 12 maggio 2019 )
 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB