spacer.png, 0 kB





Password dimenticata?

Galleria Immagini

     

Calendario

Marzo 2017
S M T W T F S
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
Dettagli

Statistiche

Visite oggi: 24
Visite ieri: 44
Visite mese corrente: 786
Visite totali: 104242
Max. visite mensili: 3323
Pagine viste oggi: 87
Pagine viste ieri: 153
Pagine mese in corso: 20045
Pagine totali: 1044190

Syndication


spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home
Mathilde COMBETTO e la sua famiglia a Mattie, alla riscoperta delle proprie radici.
Scritto da Administrator   
domenica 24 aprile 2016

Mathilde COMBETTO e la sua famiglia a Mattie, alla riscoperta delle proprie radici.

Mathilde con una prima email giunta sul sito Ametegis.org aveva spiegato il suo grande interesse a riscoprire le proprie origini dopo una travagliata ricerca svolta in Francia che l'aveva indirizzata a Mattie.

Attraverso l'archivio genealogico dell'Associazione abbiamo potuto indicarle le origini della sua famiglia, che fa riferimento alla casa al Quiò (prununcia Chiò) di Menolzio, l'ultimo gruppo di case verso il Bouceut (pronuncia Bucet).

La linea genealogica di Mathilde mostra che il suo Trisnonno Gioanni Battista (1834) era fratello di Pietro Paolo Combetto (1826), Trisnonno di Chiara Combetto, figlia di Amedeo del defunto Severino Ludovico (1898) del defunto Alessandro (1871-1941).

Pietro Paolo Combetto era anche Trisnonno di Marinella e Massimo Gillo, nipoti della nonna Giulia Beatrice COMBETTO mamma di Yvonne FAVRO (1934-2004).

Dunque ancora una volta, attraverso la nostra Associazione alcune famiglie hanno potuto ritrovarsi, per ristabilire legami di conoscenza e d'affetto.

Ultimo aggiornamento ( domenica 24 aprile 2016 )
 
Ametegis Genealogical Database
Scritto da Administrator   
domenica 20 marzo 2016

 

La raccolta genealogica iniziata sin dalla fondazione dell'Associazione contiene ormai oltre 8.900 persone censite ed è stato recentemente attivato un sito web apposito, sul quale è confluita l'intera ricerca.

 

E' doveroso un ringraziamento ai collaboratori che hanno svolto la ricerca in particolare sulle Famiglie:

 

PELISSERO [Meana di Susa (TO)] (realizzata da GERMANO, MARIA ENRICA, con contributi di Silvio TONDA, , Adelia PELISSERO), [Cossombrato (AT)] realizzata da Franca GARESIO PELISSERO, [Nizza] e [Vernante (CN)] realizzata da André PELISSERO;
 
TONDA (realizzata da Silvio Tonda con contributo di Rich ELLINGSEN)

BELMONDO (realizzata da Silvio Tonda)

BARITELLO [Combe di Mattie], [Bussoleno], realizzata da Silvio Tonda [Villar Focchiardo] realizzata da Claudia BARITELLO
RICHETTO [Bruzolo, Mattie, Meana di Susa, Gravere, Chiomonte, Chianocco] (realizzata da Mauro REMOLIF con contributo di Silvio TONDA)

GROSSO [Meana di Susa] (realizzata da Rich ELLINGSEN)

PLANO (realizzata da Adriano PLANO)

MALENGO (realizzata da Silvio TONDA con contributo di Luca MALENGO)
ALPE  [Mompantero] (realizzata da Giuseppe MAZZA' - Comunità Cristiana Evangelica di Borgone di Susa)
 
La privacy è garantita da livelli di accesso con registrazione.
Senza registrazione è consentita la visualizzazione delle schede e degli alberi genealogici contenenti persone decedute a oltre 10 anni dalla data di consultazione.
Le schede dei viventi sono consultabili limitatamente alla propria linea familiare con registrazione.
I collaboratori registrati che apportano dati possono consultare tutti i dati da essi forniti.
E' gradita la collaborazione per proseguire l'immenso lavoro che raccoglie le tessere di quel grande mosaico che è la nostra Comunità.

Ultimo aggiornamento ( martedž 19 aprile 2016 )
 
Novalesa, Rinaldo Fassino, Lou Manheunh (lo Stagnino)
Scritto da Administrator   
domenica 25 gennaio 2015

Rinaldo FassinoNovalesa, 24 gennaio 2015. L'Amministrazione comunale ha organizzato un corso per apprendisti "Stagnini", o Manheunh, come si diceva in area Francoprovenzale: artigiani ambulanti che arrivavano in paese e offrivano il loro servizio per trattare paioli, tegami, pentole, casseruole, mestoli di rame.

I recipienti di rame infatti, un tempo erano assai diffusi. Oggi l'acciaio inox ne ha preso il posto, anche se nelle cucine di livello le pentole di rame sono preferite perché permettono maggior precisione nel controllo della cottura.

Per poter essere utilizzati sia per la cottura che per la conservazione dei cibi, venivano "stagnati", cioè fatti ricoprire nella parte interna da un sottile strato di stagno.

Il rame infatti, si ossida facilmente producendo un composto che, se ingerito, è dannoso per la salute.

Solo il paiolo utilizzato per la polenta non è stagnato.

Ecco allora che i paioli, un tempo particolarmente utilizzati per la conservazione del latte, per produrre in casa burro e tome, ma anche casseruole e tegami di diverse misure, passavano per le mani di questi abili artigiani.

Attrezzati con forgia ed incudine portatile, tenaglie, acido muriatico, bacchette di stagno e alcuni tipi diversi di martelli, giravano per le nostre borgate fermandosi il tempo necessario per esaurire le richieste. Arrivavano all'ingresso della borgata e gridavano "Ehh Magniiinnn, Ehh Magniiiin!!" e le signore accorrevano portando loro i recipienti da risistemare.

stagninatura by Rinaldo Fassino Ovviamente è un mestiere che, come altri, sta scomparendo. Sulle piazze di fiere e mercati è difficile ottenere la concessione per il plateatico perché alcune operazioni sono inquinanti e pericolose (uso dell'acido muriatico e della fiamma libera). Ai tempi tali rischi erano considerati ordinari, giustificati dalla necessità ma soprattutto amministrati dal buon senso.

Ottima l'iniziativa dell'Amministrazione novalicense di offrire l'opportunità per gli estimatori delle arti manuali d'un tempo di cimentarsi sul campo!

Oltre una decina di persone interessate, con età dai 35 ai 70 anni, hanno assistito alla dimostrazione pomeridiana di Rinaldo FASSINO, classe 1942, originario di Locana (TO) ma residente a Cuorgné, che è venuto a Novalesa per tenere il corso e dimostrare la sua arte.

 E' disponibile uno spezzone video dell'attività.

Ultimo aggiornamento ( domenica 25 gennaio 2015 )
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 4 di 49
spacer.png, 0 kB

Mattie 1925: Ragazze e donne dell'Azione Cattolica

Mattie, 1925: Ragazze e donne dell'Associazione Cattolica

 

 

  6 maggio 1932

 Lettera al Prefetto della

 Provincia di Torino

Lettera al Prefetto di Torino del 6 maggio 1932

A margine della presentazione

del libro di Mario Tonini, segnaliamo

la lettera (di cui l'autore ci ha

lasciato copia) inviata al Prefetto

della  Provincia di Torino da un

certo numero di Cittadini

costituenti "... la popolazione

dell'alpestre Comune di

Mattie ..." per denunciare

il "... sentore che per

opera di un gruppetto

di persone, neppure

appartenente al Comune

di Mattie ... intende silurare

(sic!!!) l'ottimo ed attuale suo

ben amato Commissario

Prefettizio Signor Ainardi

Amedeo,

 Il Commissario Prefettizio nel 1932 Ainardi Amedeo

 il quale nella sua

umiltà, senza tanti blateratismi

e nei suoi modesti e forse

grossolani panni del montanaro,

soddisfa secondo il dettame

del regime fascista, l'interesse

dell'intera popolazione ..."


 

immagini!
 

Nella sessione
ricerca genealogica:

i Cognomi mattiesi

nel Censimento
Erariale del 1814

 


La Dott.ssa Paola VAI,
attraverso il
(Centro Studi
Documentazione Memoria
Orale) sta curando una
indagine etnografica
e linguistica sul
tema dei mestieri
tradizionali nelle valli
francoprovenzali
della Provincia di Torino.

Col nostro supporto
sta raccogliendo
una serie di testimonianze
tra gli anziani a Mattie.


Si realizzeranno
5/6 interviste ad anziani
mattiesi, testimoni
della memoria.


Proponiamo qui un breve
estratto dell'intervista
alla Signora Lina
(Maria) Terziano.



 


Ecco il nuovo strumento
di informazione agli Associati:

 

Circolare 01 - 2007

Circolare n° 1 Gennaio 2007

 

Circolare 02 - 2007

Circolare n° 2 Febbraio 2007

 

Circolare 03 - 2007
Circolare n° 3 Agosto 2007

 

Circolare 04 - 2007
Circolare n° 4 Dicembre 2007

 


 
  
Sfoglia il nostro
dizionario on-line,
con la prima raccolta
delle espressioni
in Francoprovenzale
mattiese.

Dizionario online

 
7  settembre 1825.
 Causa tra le borgate Vallone, Piccole e Grandi Tanze di Mattie contro la Borgata di Menolzio

 

Copertina Atti Civili

 

Anteprima del documento, con scansione delle prime 16 pagg. dell'originale.

E' in corso la scansione e trascrizione completa degli atti.


 

 

Visita la sezione
Mattiesi nel mondo
con le immagini degli emigranti
 (Marsiglia - FR  e
Renton -WA-USA).
Marsiglia, Donne mattiesi nelle tuileries
 

 


Notiziario Municipale
(1988-1993)
Nella sezione Documenti
 i primi 4 numeri
completi (1988-1991)

 

 

E' in lavorazione il
quinto numero (anno 1992)

 

 

Sondaggi

Il nuovo sito:
 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB